25 Febbraio 2022

Gestione parco veicoli: scopri come ottimizzare i costi aziendali

La gestione del parco veicoli all’interno delle realtà aziendali ha sentito fortemente gli effetti della pandemia; infatti, è tra gli ambiti che ha subito maggior immobilità, in quanto la sua definizione deriva necessariamente dal fabbisogno reale.

Quali sono stati gli effetti e come affrontare al meglio la gestione delle flotte aziendali nel periodo post pandemia? Ne parliamo in questo approfondimento.

gestione parco veicoli

Covid e parco auto: due anni di immobilità

Lo stato di fermo causato dal Covid-19 ha inevitabilmente influenzato il settore automotive, toccando sia costruttori, che rivenditori e fleet manager.

Il fleet manager è il professionista che, all’interno di una realtà aziendale, si occupa di gestire la flotta sotto diversi punti di vista: dal reperimento dei mezzi e la loro manutenzione, all’analisi costante dei costi operativi. Scopo di chi ricopre questo ruolo è di garantire il massimo dell’efficienza della mobilità aziendale, per un un’ottimizzazione dei costi e un servizio funzionante a vantaggio di tutti. 

Una recente ricerca dal titolo “Le flotte non si fermano?” sviluppata da Top Thousand – l’osservatorio permanente sulla mobilità composto da molteplici Fleet e Mobility Manager – e sottoposta a 35 fleet manager e 56000 veicoli, ha sottolineato come, durante la pandemia:

  • il 24% del campione non ha subito blocchi dell’attività della propria azienda;
  • il 12% ha dichiarato un fermo totale;
  • il 64% ha indicato uno stop parziale.

Molte auto, quindi, sono rimaste necessariamente parcheggiate: anche dove molte attività hanno continuato a lavorare, la mansione avveniva in modalità home working, perciò, senza la necessità di spostamenti fuori di casa.

La stessa ricerca ha sottolineato come nel periodo di chiusura della pandemia nel 61% dei casi le aziende hanno prolungato i contratti e non hanno adottato nessuna politica specifica di rinnovo del parco auto.

Come affrontare il periodo post pandemia

Nel post covid si rende necessario un rinnovamento del parco auto verso le tipologie meno inquinanti che non solo hanno molteplici benefici sui costi aziendali ma permettono di limitare l’impatto sull’ambiente. Le soluzioni green guidate dalle macchine elettriche rappresentano quindi il futuro della mobilità aziendale, ma non può bastare questo per garantire una ripartenza ottimale.

Sarà necessario un rinnovamento delle politiche interne alle aziende per la gestione delle auto aziendali.

Un supporto notevole è fornito dall’utilizzo di sistemi digitali, capaci di raccogliere tutti i dati di interesse della flotta aziendale, sottolineando in modo semplice e rapido i meccanismi funzionanti rispetto a quelli da correggere per permettere all’impresa di intraprendere azioni consapevoli e costruttive.

Shaper, il software di Digital Cost Management studiato da Cosman, permette di analizzare e migliorare le varie componenti del costo parco auto. Il controllo e la gestione delle flotte aziendali tocca molteplici aspetti, tra cui:

  • contratti;
  • condizioni economiche per acquisto, noleggio o leasing dei veicoli;
  • gestione dei profili assicurativi;
  • altri costi gestionali, come: carburanti, pedaggi autostradali, etc.

 

Un esempio concreto: il supporto al parco auto di un’azienda IT

L’azienda leader mondiale nello sviluppo di software per imprese è stata supportata per ridurre i costi della propria flotta aziendale, semplificare la trasmissione degli obiettivi tra le varie funzioni aziendali e mantenere alta la qualità percepita dai propri drivers.

Questi obiettivi, insieme all’analisi di dati oggettivi, benchmark di settore e alle esperienze passate dell’azienda, sono stati alla base per stabilire una nuova strategia di politica interna. È stato introdotto un nuovo regolamento per la Car Policy senza condizionare la qualità avvertita dai drivers. Al cliente è stato fornito uno strumento utile al controllo e al monitoraggio dei risultati, con supporto professionale nell’utilizzo; oltre a una razionalizzazione, rinegoziazione e presidio degli accordi contrattuali intrattenuti con i fornitori.

Qual è stato il risultato di tutti questi interventi? Un saving del 18% rispetto al costo complessivo annuo precedente. Per approfondire, leggi qui il caso studio.

Rinnova la gestione del parco auto per affrontare al meglio i cambiamenti esterni

La pandemia ha richiesto una nuova modalità di gestione del parco veicoli aziendali, dimostrando come sia importante adottare nuove strategie per mantenersi competitivi e gestire al meglio i costi. Le azioni più importanti da intraprendere nei prossimi mesi sono il rinnovo del parco auto con soluzioni più green e l’adozione di una nuova politica interna di gestione. Le piattaforme digitali rappresentano un supporto insostituibile in questo caso: semplificano la gestione delle attività, per una riduzione ottimale e continua dei costi.

Vuoi saperne di più? Contatti per un consulto professionale su misura per la tua realtà: il team Cosman è a tua disposizione.

type your search

Reach out to us anytime and lets create a better future for all technology users together, forever. We are open to all types of collab offers and tons more.