Aprile 06, 2018

Ottimizzare la gestione del Costo del Lavoro

image title

Come semplificare e ottimizzare la gestione del Costo del Lavoro, una delle maggiori voci di costo per le aziende italiane

Il Costo del Lavoro: una voce rilevante e complicata

Il Costo del Lavoro è la maggiore voce di spesa per le aziende italiane se si escludono gli acquisti per beni e servizi (circa il 12% dei ricavi netti secondo il rapporto Mediobanca 2017). È inoltre l’elemento di costo più articolato e complesso poiché composto da numerosi importi che dipendono da regole di calcolo specifiche e a volte complicate. Tale complessità si evidenzia osservando le diverse voci che costituiscono il Costo del Lavoro e quindi la gestione del personale: la retribuzione ordinaria, gli straordinari, i contributi pensionistici, i contributi sociali, i premi assicurativi INAIL, gli accertamenti di quote di costo, l’accantonamento ai fondi e la contabilizzazione dei pagamenti.

Le difficoltà di gestione

È naturale, quindi, che il controllo di gestione del Costo del Lavoro sia un’area molto ampia che coinvolge più funzioni aziendali (HR, Relazioni Industriali, Contabilità, Controllo di Gestione, Procurement), che si relaziona con molti Enti (INPS, INAIL, sistema tributario, parti sociali e sindacali, ecc.) e che comporta una notevole varietà di professionalità coinvolte. Per quanto riguarda poi i Gruppi di imprese, con una molteplicità di aziende distinte - magari anche internazionali -, la complessità di quest’area cresce ulteriormente per le difficoltà operative nell'interpretare e nell'aggregare i dati.

Le opportunità di ottimizzazione
Un corretto controllo di gestione offre importanti opportunità di ottimizzazione dei Costi del Lavoro, che si rivelano molteplici e che possono riguardare diversi aspetti.
Le attività operative per il controllo di gestione di una voce di costo così complessa sono ampie e richiedono il presidio da parte di diverse funzioni. Alcune attività possono anche essere affidate a provider esterni e pertanto sono necessarie regole di omogeneizzazione dei dati HR e Finance per l’efficacia e l’efficienza dei processi. L’adozione di una piattaforma di Digital Cost Management opportunamente configurata può essere la risposta giusta.
L’evoluzione organizzativa di molte aziende e la scelta di snellire le strutture aziendali ha spesso causato la perdita di professionalità specifiche. L’innovazione dei processi e degli strumenti consente di colmare i gap attuali nel rispetto dei target di efficacia ed efficienza delle attività svolte internamente.
Le funzioni aziendali coinvolte nella gestione del Costo del Lavoro hanno spesso priorità differenti non sempre convergenti. Questa inefficienza “di sistema” lascia ampi spazi di intervento, con obiettivi di miglioramento anche molto significativi.
Il raggiungimento degli obiettivi di miglioramento determinano mutamenti strutturali permanenti, che riguardano sia le risorse dedicate che gli strumenti utilizzati e si traducono in qualità, in livello di servizio e, soprattutto, in saving.

Le aree di miglioramento nel controllo di gestione del Costo del Lavoro 

Le aree in cui è opportuno intervenire allo scopo di ottimizzare la gestione del Costo del Lavoro nell'ambito delle relazioni industriali sono:

• Il sistema di Payroll e i suoi collegamenti (verifiche a monte ed a valle del processo paghe); 

• Le analisi economiche e di gestione del personale sui principali indicatori del Costo del Lavoro (orari, assenteismo, retribuzioni, dinamiche salariali, mix degli organici, strumenti di flessibilità, ecc.); 

• Il sistema Informativo della gestione del personale (Reporting, statistiche, Bilancio Sociale, ecc.);

• I costi unitari del lavoro (costi orari/mensili, costi effettivi/standard, analisi, ecc.);

• Il supporto alla contrattazione aziendale e la valutazione di piattaforme sindacali;

• La gestione del personale in termini di lavoro somministrato (aspetti contrattuali, commerciali, ecc.).

Nell'ambito della Contabilità e del Controllo di Gestione i miglioramenti possibili nell'ambito del Costo del Lavoro riguardano i seguenti aspetti:                                                 

• L’alimentazione del sistema contabile, per natura e destinazione, e le relative chiusure mensili;

• I report per le analisi sui costi del Personale da parte dell’Amministrazione o del Controllo di Gestione (cash, competenza, accertamenti, fondi, ecc.);

• Il supporto al processo di certificazione;

• L’elaborazione dei budget e delle simulazioni sull’evoluzione del Costo del Lavoro (analisi delle varianze, aggiornamento su base mensile per anno corrente e successivo, ambiente di simulazione, ecc.).

di Pierluigi Farcomeni Responsabile Centro di Competenza Costi del Personale di COSMAN e Franco Faraon Specialista del Costo del Lavoro di COSMAN

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk